Cucina

Focaccia con i Grasul…

I grasul chiamati così qui in romagna o ciccioli più comunemente sono diffusi in quasi tutta Italia e vengono chiamati con nomi diversi in giro per le diverse regioni: un alimento supercalorico che, nella tradizione contadina, rappresentava un ottimo pasto, in unione alla polenta. Ora si utilizzano soprattutto per accompagnare aperitivi ed antipasti. Sbriciolati rendono più gustose focacce, pane, e poenta e osei. In particolare in Irpinia viene fatta una pagnotta che nell’impasto contiene appunto i ciccioli, detta anche pizza pe frittole o pane con le cicole.

Io ho utilizzato questa prelibatezza in una una focaccia, fragrante e deliziosamente profumata.

Foto: Alessia Pedriali

Gli ingredienti che ho utilizzato sono questi:
500 gr di farina 0
25 gr di lievito di birra fresco
250 ml di acqua tiepida
130 gr di strutto + 50 gr per ungere la teglia
200 gr di ciccioli frolli
1 cucchiaino abbondante di sale fino
1 cucchiaino di zucchero

Foto: Alessia Pedriali

Ed ecco il mio procedimento:
Ho tritato i ciccioli abbastanza fini e li ho messi da parte.
Ho sciolto il lievito nell’acqua tiepida con lo zucchero.
In un’ampia ciotola ho messo la farina e lo strutto e con le mani ho velocemente impastato in modo da far assorbire lo strutto alla farina.
Poi ho aggiunto il lievito sciolto nell’acqua, ho continuato a mescolare con le mani e poi ho inserito i ciccioli e il sale.
Continuo ad impastare con le mani e appoggio l’impasto sulla spianatoia e finisco di amalgamare tutti gli ingredienti fino a raggiungere un bel impasto morbido.
Prendo ciotola utilizzata per impastare la ungo con un filo di olio EVO vi adagio l’impasto e lo copro con canovaccio e lo faccio riposare in forno… il mio forno è provvisto di vari programmi e ne ha uno per la lievitazione che mantiene il forno alla temperatura di 40° C per il tempo che necessita la lievitazione. Io lo lasciato per circa un paio d’ore.
Dopo la lievitazione, preriscaldo il forno in modalità ventilata con resistenza inferiore a 210°C.
Io utilizzo una teglia di alluminio 30×40 cm la ungo con lo strutto bordi compresi, vi adagio l’impasto e lo stendo in modo uniforme.
Metto in forno per 30 minuti di cui gli ultimi 10 adagio la teglia sul fondo del forno per completare la cottura.

Foto: Alessia Pedriali

Buon Appetito!!

Foto: Alessia Pedriali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e analitici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca sul collegamento "Privacy Police". Cliccando su OK acconsenti all'uso dei cookie. Privacy policy